Dic 02

Qualità della vita 2014: Modena TERZA!!!

 

 

 

images

Un balzo in avanti di 10 posizioni. E’ quello che ha compiuto nel corso del 2014 la provincia di Modena secondo il Sole 24 ore che ogni anno a dicembre propone la classifica delle province italiane secondo la qualità della vita. Prima classificata è in Romagna e si tratta di Ravenna, ma Modena a sorpresa compie un balzo in avanti e si colloca al terzo posto. Passando dal tredicesimo al terzo appunto

Il Rapporto giunto quest’anno alla 25esima edizione “vuole indagare attraverso dati statistici come si vive nelle diverse aree del territorio, mettendole a confronto in una classifica finale con tanto di punteggio. . spiegano i responsabili del quotidiano Sole 24 ore – Sei sono le macroaree prese in considerazione: tenore di vita; affari/lavoro; servizi/ambiente/salute; popolazione; ordine pubblico; tempo libero. Ciascuna delle sei aree comprende sei indicatori (per un totale di 36): ad esempio nel tenore di vita compaiono i redditi; in affari/lavoro il tasso di occupazione; nella popolazione gli anni medi di studio dei residenti; nei servizi/ambiente gli asili; nell’ordine pubblico rapine e borseggi; nel tempo libero l’indice di sportività e le librerie”.

Guarda la classifica completa

leggi tutto l’articolo sulla Gazzetta di Modena

leggi l’articolo integrale del Sole 24 ore

 

Nov 19

Cena di Raccolta fondi per Portobello

Il 2 dicembre 2014 presso l’Osteria del Tempo Perso, Portobello organizza una cena di raccolta fondi per supportare le famiglie in difficoltà del territorio.
L’appuntamento prevede un 
ricco buffet e lo spettacolo Masterscem, che vedrà sul palco la Strana Coppia di Radio Bruno.

masterscem_Portobello_2

Tutte le informazioni sulle modalità di prenotazione nei prossimi giorni, intanto SEGNATE IN AGENDA!

Nov 11

45509 : un milione di Pasti 2014

 

997088_10204433911680305_480154553934573813_n

Gustamodena sostiene anche quest’anno Fondazione Patrizio Paoletti nella campagna “Un milione di pasti”.
Manda anche tu un SMS al 45509, regala un pasto a chi non può permetterselo!

Grazie

Ott 29

La settimana del baratto

 

Dal 17 al 23 novembre si ripete un’iniziativa molto carina, che potrebbe dare modo a tutti di conoscere posti nuovi, grazie a una “nuova”  e simpatica forma di pagamento.
La settimana del baratto stimola la creatività e mette da parte, anche se per poco tempo, la madre di tutte le liti: il denaro 🙂

Come funziona ?

Se sei un viaggiatore e vuoi proporre un baratto in cambio di un soggiorno, di uno o più giorni in B&B, hai tre possibilità.

Puoi scegliere la località che vorresti visitare dal menù delle Regioni o digitandola sulla barra di ricerca. Una volta scelta la struttura che fa al tuo caso contatta il gestore e proponi il tuo baratto.

Puoi consultare la Lista dei Desideri dei gestori aderenti alla Settimana del Baratto e verificare se tra di essi ne esiste uno che fa al caso tuo. Dopo ciò contatta il gestore del B&B e proponiti come ospite in cambio del bene o servizio richiesto.

Puoi inserire la proposta di baratto nel nostro sistema: verrai contattato dai gestori interessati al bene o servizio che sei disposto a barattare in cambio di un soggiorno.

Puoi barattare qualsiasi cosa, nei limiti del ragionevole, ovviamente. Molti B&B hanno necessità, ad esempio, di servizi fotografici o di video o di piccoli lavori di manutenzione nelle strutture. Le possibilità di condivisione e scambio possono essere infinite, l’importante è non limitarsi, non avere imbarazzi e proporre lo scambio nella massima serietà, cortesia, curiosità, empatia, simpatia, originalità.

Per ogni informazione aggiuntiva si può consultare il sito de La settimana del Baratto

Ott 12

Genova Rialzati !

Partecipa a quest’azione di supporto per gli sfortunati cittadini della bellissima GENOVA che nelle scorse ore si sono visti portare via tutto: case, attività e veicoli, ma non la SPERANZA!

Grazie all’acquisto di queste magliette/felpe di solidarietà, potrai anche TE contribuire al risorgere di Genova.
VERRANNO AIUTATE DIRETTAMENTE LE PERSONE PIU’ COLPITE DAL DISASTRO!

Scendi in piazza aiutando e mostrando che Genova c’è ed è più forte di prima.

Disponibile anche la felpa U/D!

IMPORTANTE: la campagna è tra le iniziative notificate al Comune di Genova.

***TEMPO LIMITATO***
Donazione su conto corrente aperto da Sky – Repubblica: IBAN IT 07 U 02008 09432 000101739561 (Banca Unicredit). (Il conto è stato aperto nel 2011, e potrebbe variare in base a nuove disposizioni)

Ago 26

La carovana del Cuore

Carovana del Cuore è una grande campagna di sensibilizzazione per la promozione dei diritti dell’infanzia attiva dal 2005 su tutto il territorio italiano.

Ogni anno, da giugno a settembre, i volontari della Fondazione Paoletti, riconoscibili dall’inconfondibile maglietta arancione percorrono, strade, spiagge e città incontrando centinaia di migliaia di persone. Il loro obiettivo è condividere un messaggio, Vivi Appassionatamente, e l’importanza di un impegno a favore dei più deboli.

L’attività dei nostri volontari ci ha permesso di:
Aprire 8 progetti nelle zone più povere del pianeta
Attivare progetti per le emergenze in Italia: Abruzzo e Emilia Romagna
– Incontrare 22,05 milioni di persone
– Dialogare con 6,25 milioni di persone
– Realizzare 805 giorni di attività
– Con oltre 12.339 presenze di volontari

A causa dell’aggravarsi della crisi economica e dell’aumento della povertà in Italia, dal 2012 Carovana del Cuore promuove 1Milione di Pasti Italia, un progetto a favore delle famiglie colpite dalle nuove povertà.

1Milione di pasti è attivo anche all’estero, là dove la povertà e le malattie inficiano il processo di sviluppo di milioni di bambini: Congo, India, Indonesia, Perù e Haiti.

Carovana del Cuore è stata insignita della medaglia d’Argento dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel 2008: “per il contributo significativo alla formazione di una cultura fondata sul valore della solidarietà e sempre più attenta alla tutela e al rispetto della dignità della persona, principi cardine del nostro ordinamento costituzionale.”

In questi anni è stato significativo l’incoraggiamento delle istituzioni che con circa 100 patrocini per edizione, accordati da Ministeri, Regioni, Province, Comuni ed Enti (Università e associazioni) hanno espresso grande vicinanza e sostegno.

Puoi seguire gli spostamenti della carovana su www.carovanadelcuore.org   |   per donare !

Info sulla campagna e partecipazione: 
Eleonora Caforio
: e.caforio@fondazionepatriziopaoletti.org
Tel. +39 06 80 82 599

“Supporter & Charity Office”

Michela Piccari

m.piccari@fondazionepatriziopaoletti.org

Tel. +39 06 80 82 599

Fondazione Patrizio Paoletti

segreteria@fondazionepatriziopaoletti.org

Tel. +39 06 80 82 599

Ago 05

30esima edizione della Festa dei Lamponi

Festeggiamo insieme la trentesima edizione della Festa dei lamponi a Barigazzo nell’Alto Appennino Modenese dall’ 11 al 16 agosto 2014.

volantino

Menù:
– crescentine (prosciutto, lardo, lampone e nutella)
– gnocco fritto con l’ombelico (prosciutto)
– borlenghi (lardo, pecorino, nutella e il nostro “leggero”)
– Ciacci di castagne con ricotta
– Frittelle di castagne con ricotta
– Frittelle di baccalà
– patate fritte
– polenta distesa (ragù di salsiccia, funghi)
– grigliata (servita con contorno di patatine fritte, verdure alla griglia e cipolle all’ aceto balsamico)
– bruschette ( aglio e olio, pomodorini)
– Plenta arrostita (lardo di colonnata, gorgonzola)
– fonduta servita con polenta arrostita
– Dolce a base di lampone

Al bar
– acqua
– Coca
– birra
– vino alla spina
– lambrusco ” Bolla Rossa” Corte Manzini

Tutto il ricavato sarà devoluto a http://www.hewo-modena.it

La festa si svolgerà anche in caso di maltempo.

Mag 20

Staremo sempre un po’ più svegli

Erano le 4:03 del 20 maggio 2012 quando il primo sisma Emiliano ha fatto le sue prime vittime e ha provocato i primi crolli.
Son seguiti giorni in cui, a dirla con Ligabue ” sembrava un impeto d’inferno/che non vuol stare piu` coperto/ venuto su a mangiarsi tutto/
a bocca aperta”.
Sono passati due anni e moltissimi emiliani ancora sussultano al primo rumore o si svegliano alla stessa ora, tutte le notti, con la sensazione che qualcosa di inevitabile debba riaccadere.

La nostra terra ferita, martoriata, ha lentamente ripreso le attività.
La dignità della nostra gente ha preso il sopravvento sulla paura.
C’è chi dice che siamo tornati alla normalità, ma la normalità è molto lontana dai sentimenti di chi si sente ormai fragile, da chi “starà sempre un po’ più sveglio”.

Gustamodena dal 2012 ha deciso di introdurre nella iniziativa Gustapremio punti doppi per chi recensisce locali che sorgono nelle zone terremotare (e po anche alluvionate, ma questa è un’altra storia).
Abbiamo pensato così di dare un contributo, anche piccolo, all’economia di quei paesi, cosi sofferenti.
In questi giorni questa iniziativa ha un significato ancora più grande: è un modo di ricordare e di sottolineare che dalle macerie di quei giorni è nata la consapevolezza della grande capacità degli Emiliani di stare uniti, di essere solidali, di rinascere qualsiasi cosa succeda.

Per chi volesse saperne di piùe magari partecipare qui il regolamento e l’elenco completo dei comuni terremotati che prendono punti doppi.

Non dimentichiamo.

Mag 13

5 per mille contributi al volontariato

imagesTempo di dichiarazione dei redditi.
Sicuramente un appuntamento che non si vorrebbe mai venisse, ma, se ci si pensa bene, questo è anche il momento in cui possiamo fare qualcosa per il volontariato e la ricerca.

Il 5 per mille è stato confermato anche per il 2014. Con la Legge di Stabilità 2014, il Governo ha riconfermato le categorie di enti che possono accedere al beneficio, le modalità di iscrizione e i criteri di ammissione che sono stati definiti per il 2010.

A chi dare il 5 per mille?
Ci sono moltissimi enti meritevoli e noi non vogliamo “direzionarvi” perchè crediamo nella libera scelta e anche perchè è davvero personale il progetto a cui si vuole dedicare una parte dei propri redditi.

A questa pagina  potrete trovare tutte le notizie relative a questo importantissimo argomento, vitale per moltissimi enti che vivono di donazioni e contributi volontari.

Entro il 26 maggio potrete trovare, sempre allo stesso indirizzo, le liste definitive degli enti a cui poter devolvere la cifra.

Buona scelta a tutti!

images

Apr 28

Time4life

“La guerra civile in Siria colpisce soprattutto i bambini. Si porta via il diritto all’innocenza, ad un’infanzia normale, alla vita. Uccisi dai combattimenti, dagli ordigni inesplosi, dalle malattie, usati come scudi umani dall’esercito oppure arruolati come soldati. Sempre, comunque, vittime.”

Sono quelle che leggete qui sopra le parole di presentazione del sito e del progetto time4life, che si occupa di salvare la vita a moltissimo bambini Siriani.

L’associazione Time4Life nasce da una storia di amicizia. Quella tra Elisa Fangareggi, 32 anni, avvocato di Modena e mamma di tre bambine, e Firas, un giovane fuggito con la sua famiglia da Aleppo, in Siria, nel marzo del 2011.

Conosciuta ai tempi delle spensierate estati al mare in Toscana, è ad Elisa che il giovane amico siriano – trasferitosi a Dubai – chiede aiuto per soccorrere gli amici e i familiari rimasti in patria, vittime del conflitto scoppiato tra Assad e le forze di opposizione al regime.

L’aiuto ben presto si concretizza nella raccolta di medicinali, latte in polvere, cibo e beni di prima necessità destinati in particolare ai bambini, che Elisa in un primo momento consegna agli amici di Firas e, di lì a poco, comincia a portare di persona in Siria, raggiungendo il campo profughi che si trova a mezz’ora d’auto dal confine turco. Da allora i viaggi si ripetono con regolarità, una o due volte al mese, fino a diventare una vera e propria missione.

Lo slancio di Elisa è contagioso e, grazie al passaparola, ben presto si forma intorno a lei un gruppo di amici e volontari che la supportano nell’attività di raccolta e che si uniscono nei viaggi mensili che hanno una durata di quattro giorni: due di viaggio e due di permanenza.

In Siria vengono portati, con container e furgoni, medicinali, pacchi di latte in polvere, cibo, vestiti, scarpe e giochi.

Dopo la nascita di un Gruppo su Facebook di persone sensibili alla causa siriana, nel settembre del 2013 si è ufficialmente costituita l’Associazione Time4Life International.

Certo, non tutti hanno il coraggio e la forza di Elisa, ma tutti possiamo sostenere questo appassionato e coraggioso progetto. Se volete sapere come basta cliccare qui

“Chi salva una vita salva il mondo intero”